In principio era Lesvos

In principio era Lesvos

Nel campo profughi di Moria, sull’isola di Lesvos, Charley entra in contatto per la prima volta con il dramma dei profughi siriani. L’isola greca, distante solo dieci km dalle coste turche, è vista dai migranti siriani, iracheni, afgani e palestinesi come un principio, un punto di partenza per poi raggiungere gli altri Paesi in Europa. In realtà la percentuale di chi resta prigioniero degli hotspot greci è altissima. La libertà è solo un miraggio, spesso naufragato tra le onde del mare che separa la Turchia dalla Grecia.

 

Dodici fotografie che raccontano la storia di un popolo dimenticato nella terra di mezzo tra il passato cancellato dalla guerra e la miseria del presente dilatata all’infinito.
Dodici pillole di bellezza esposte nella Galleria Boragno da venerdì 22 aprile a domenica 8 maggio per celebrare la resilienza dei sopravvissuti al confine del mondo, in seno alla decima edizione del Festival Fotografico Europeo.

 

DETTAGLI DELLA FOTO:
Stampa Fine Art su carta di qualità Hahnemühle FineArt Baryta 325gsm
Cornice in legno naturale 70×50 cm
Edizione limitata 5 copie
Certificato d’autenticità
Donazione minima per la foto: 250€

 

 

In principio era Lesvos
Date

14 Aprile 2022

Category

Exhibitions, Fine Art, Portraits, Reportage

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi